Rivalutazione dei beni di impresa

Print Friendly and PDF

L’impresa che si avvale di questa facoltà, lo deve fare nel bilancio/rendiconto 2013. I beni oggetto di rivalutazione sono quelli iscritti tra le immobilizzazioni (libro cespiti) entro il 2012, quali, ad esempio: fabbricati, terreni, attrezzature, macchinari, mobili e macchine d’ufficio, ecc… Il costo della rivalutazione è pari al:

-16% del valore della rivalutazione (per i beni ammortizzabili, come attrezzature, fabbricati, ecc…);

-12% per i beni non ammortizzabili (come i terreni).

L’imposta sostituiva va pagata in tre rate annuali di pari importo (16.06.2014 / 16.06.2015 / 16.06.2016).

Gli effetti fiscali per poter dedurre gli ammortamenti sul valore della rivalutazione decorrono dal 2016; mentre ai fini della plusvalenza nel caso di vendita del bene rivalutato gli effetti fiscali decorrono dal 2017.