DECRETO CASA. TUTTE LE NOVITA'

Print Friendly and PDF

La detrazione Irpef al 50 per cento per i contribuenti che decidono di effettuare lavori di ristrutturazione edilizia e, contestualmente, acquistano beni mobili o elettrodomestici di classe A e A+, non sarà più legata al tetto massimo di spesa di 10 mila euro connesso alle spese di ristrutturazione. In sostanza, sarà possibile spendere di più per l’arredamento che per i lavori di ristrutturazione.

Viene infine introdotta la riduzione della cedolare secca al 10 per cento non solo per gli inquilini degli alloggi popolari, ma anche per chi vive nei comuni in cui, negli ultimi cinque anni, è stato dichiarato lo stato di calamità naturale.