Per ricordare Valter Trovò

Print Friendly and PDF

Poi andrebbe contro un’ambizione di resistenza oltre il tempo, quella che tu hai sempre incalzato con una parola che come un ritornello saltava fuori, ogni volta ti fossi trovato a scrivere o a parlare dell’associazione. FUTURO. "Dobbiamo lavorare uniti per dare concretezza al futuro attraverso ciò che siamo. Perché il sistema CNA deve rinnovarsi, restando al passo con i tempi che volano!”

Del resto non è possibile condensare una vita, la tua, in poche righe…

Come riuscire a rendere merito a quella prometeica tentazione di eternità, alla testarda volontà di andare oltre le apparenze per cogliere e assaporare il frutto del conoscere, le sfide, i bisogni, l’impegno e la dedizione che sono sempre stati i tuoi baluardi ?

 

Tu sei quell’artigiano che un giorno mi disse… "scriviamo la storia della CNA di Padova, perché dobbiamo lasciare le tracce della vita di chi ha fatto la nostra associazione… perché in futuro chi avrà l’onere di portare avanti la CNA, possa continuare a innalzare i valori di appartenenza, di DEMOCRAZIA, di equità e giustizia e di ONESTA’.

 

Tre parole sono sufficienti per definire quest’uomo: futuro, democrazia e onestà. Aggiungo integrità e coerenza e poi l’affresco imponente della sua esistenza, potete tracciarlo come meglio credete e in base al contesto in cui avete conosciuto Trovò. Politico, sociale, sportivo, goliardico, conviviale, musicale, culturale, associativo…

 

Per noi Valter è e resta la persona ironica, allegra, dall’imprescindibile onestà intellettuale e dagli occhi azzurri più del cielo…. Aperti, vigili, pieni di luce e di curiosità, occhi di eterno fanciullo, perché te lo dicevamo sempre: sei un giovane in un corpo in là con gli anni… tu ti arrabbiavi, esibendo la tua prestanza fisica, le tue doti di ballerino ancora in attività ... Non hai mai separato la tua azione di dirigente artigiano della CNA dalla passione per la musica. Torniamo ai tuoi occhi azzurri come il mare, occhi fanciulli, che emanano bontà, rigore morale, saggezza, occhi che hanno sempre distinto il bene dal male, l’utile dal superfluo… L’essere persone migliori a prescindere dall’apparenza, dall’avere… e con estrema eleganza e nobiltà di portamento, vestito di fuori da impeccabile lord inglese, lasciavi dietro di te la scia della tua nobiltà d’animo e di cuore.

Abbiamo un sacco di debiti con te Valter. Perché se siamo ciò che siamo, sia nel ruolo che rivestiamo in associazione che nella vita, lo dobbiamo a te. Ci tenevi per mano perché non ci perdessimo e continueremo a cercare la tua mano, perché le persone come te che si lasciano dietro ciò che hai lasciato tu, Valter, hanno vissuto da grandi".

 

Ci sono persone che se ne vanno

e persone che restano vive

pur non camminando più con passo spedito

pur non ballando più

pur non ridendo o piangendo

persone che restano vive

anche se non parlano

se non scrivono sermoni

se non ricordano…

persone che restano vive

perché continuano a dire

nell’assenza

ciò che passando

hanno scritto di noi

Grazie Valter