Programma garanzia giovani

Print Friendly and PDF

Il Programma Garanzia giovani è il progetto attraverso il quale l’Unione Europea si è impegnata a garantire ai giovani di età compresa tra i 15 e 29 anni, privi di occupazione e non inseriti in alcun corso di formazione o istruzione, un percorso di inserimento nel mondo del lavoro. In Italia il bando è ufficialmente aperto dal 1° maggio 2014, ma fino ad oggi, per mancanza di disposizioni che ne regolano l’operatività, non è stato possibile per le aziende interessate avere diritto al bonus economico riconosciuto a chi assume giovani iscritti al programma. Con la circolare n.118 del 3 ottobre l’Inps che ha fornito le modalità operative per effettuare la richiesta del bonus, seguendo le linee guida previste dal decreto direttoriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n.1709/14. Il bonus occupazionale, fruibile mediante conguaglio con i contributi mensilmente dovuti, è riconosciuto per le assunzioni effettuate dal 3 ottobre 2014 al 30 giugno 2017, fino a esaurimento dei fondi territorialmente stanziati, ed è concesso previo invio telematico di richiesta all’Inps.

Soggetti beneficiari 

L’incentivo può essere richiesto da tutti i datori di lavoro, a prescindere dalla veste giuridica o dalla qualifica imprenditoriale, che siano in possesso dei seguenti requisiti: 

  • rispetto della normativa in materia di Durc interno (L. n.296/06), che prevede l’assolvimento degli obblighi contributivi, della normativa a tutela delle condizioni di lavoro e l’applicazione delle contrattazione collettiva di primo e secondo livello sia per la parte economica che normativa; 
  • applicazione dei principi stabiliti dalla Riforma Fornero (L. n.92/12) per poter fruire di agevolazioni;
  • in regola con quanto previsto dal regime de minimis, stabilito dai Regolamenti comunitari n.1407/13 e 1408/13, in base al quale il limite degli aiuti di Stato che un’impresa può ricevere nell’arco di tre esercizi è fissato in € 200.000,00, ridotto a e 100.000,00 per le imprese che esercitano attività di trasporto merci su strada conto terzi e a € 15.000,00 per le imprese del settore agricoltura. 

Lavoratori beneficiari e misura dell’incentivo

Ai fini dell’erogazione dell’incentivo, i giovani oggetto dell’assunzione devono avere le seguenti caratteristiche: 

  1. età compresa tra i 15 e i 29 anni compiuti
  2. non essere occupati, ai sensi del D.L. n.181/00
  3. non essere inseriti in percorso di studio o formazione
  4. essere registrati al Programma Garanzia Giovani 

Effettuata la registrazione, il giovane viene contattato da un centro per l’impiego o da un ente privato accreditato per lo svolgimento di alcuni colloqui. A seguito degli stessi al giovane verrà assegnata una profilazione, che esprime il grado di difficoltà che il soggetto potrebbe rinvenire nella ricerca di un occupazione 

Le classi di profilazione sono quattro e a ciascuna corrisponde un diverso incentivo per l’azienda che procede all’assunzione.



Modalità di erogazione e fruizione del contributo 

Il bonus occupazionale verrà fruito mediante conguaglio con i contributi mensilmente dovuti attraverso la denuncia Uniemens. In relazione al godimento del bonus si precisa quanto segue: 

  • per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato o determinato (pari o superiore a 12 mesi), l’incentivo va fruito in 12 quote mensili di pari importo; 
  • per i rapporti a tempo determinato inferiori a 12 mesi, l’incentivo va fruito in 6 quote mensili di pari importo; 

In caso di risoluzione anticipata del rapporto, l’incentivo è riproporzionato alla durata effettiva dello stesso.


Termini e modalità di presentazione della domanda 

la domanda di ammissione all’incentivo è telematica e si svolge come segue: 

  1. il datore di lavoro inoltra all’Inps una domanda preliminare di ammissione all’incentivo tramite il modulo di istanza on-line "GAGI”, disponibile all’interno dell’applicazione "DiResCO” sul sito internet www.inps.it, in cui vengono richiesti i dati anagrafici del lavoratore oggetto dell’assunzione e la Provincia e Regione di esecuzione della prestazione lavorativa;
  2. in caso di disponibilità di fondi, l’Inps comunica sul canale "DiResCO" la prenotazione in favore del datore di lavoro dell’importo del bonus calcolato nell’istanza preliminare; 
  3. entro sette giorni lavorativi dalla ricezione della comunicazione di prenotazione positiva dell’Istituto, il datore di lavoro, per accedere all’incentivo, deve, se ancora non lo ha fatto, effettuare l’assunzione;
  4. entro quattordici giorni lavorativi dalla predetta ricezione di prenotazione, il datore di lavoro ha l’onore di comunicare, a pena di decadenza, l’avvenuta assunzione, chiedendo conferma della prenotazione effettuata in suo favore, tramite la funzionalità disponibile all’interno dell’applicazione "DiResCO"; l’istanza di conferma costituisce domanda definitiva di ammissione al beneficio.