CONFERMATO GASTALDI PRESIDENTE CNA PADOVA

Print Friendly and PDF

Sabato 13 dicembre alla XII assemblea congressuale di CNA Padova, i 170 imprenditori associati delegati, hanno confermato presidente Guerrino Gastaldi. La squadra che affiancherà il presidente per i prossimi quattro anni è composta da: Fabrizio Biancato, Francesco Bin, Matteo Massarotto, Cedric Boniolo, Daniela Collesei, Valter Meneghello, Luca Montagnin, Piercarlo Pedroletti, Giovanni Salvalaggio.

Presidenti sedi: Selvazzano: Annarita Bordin. Cadoneghe: Matteo Massarotto, Albignasego: Michele Giotto, Roncaglia: Alberto Nardo, Piove di Sacco: Graziano Levorin, Padova: Rudy Toninato, Cittadella: Flavio Dalla Costa, San Martino di Lupari: Diego Gorgi, Piombino: Valter Meneghello, Este: Fabio Vascon, Montagnana: Pietro Mussolin, Monselice: Fabio Moro, Conselve: Claudio Ferro, Solesino: Sante Venturato. 

Presidenti categorie: Alimentare: Patrizio Navarin, Artistico tradizionale: Maria Beatrice Girotto, Autoriparazione: Sergio Schiavon, Edilizia: Fabrizio Biancato, Acconciatura: Mara Zenna, Estetica: Roberto Buoson, Federmoda: Piergiorgio Silvestrin, Impinaitsti: Daniele Donà, Legno arredamento: Francesco Bin, Meccanica: Valter Meneghello, Odontotecnica: Patrizio Marcato, Pulitinto: Daniela Collesei, Terziario: Cedric Boniolo, Trasporto merci: Piercarlo Pedroletti, Trasporto persone: Filippo Quadri, Pensionati: Luciano Lazzari.

La rosa di artigiani eletti è espressione di energie nuove e di chi l’associazione la conosce e la vive da tempo. Forze che messe insieme daranno quello slancio di rinnovamento che questo XII appuntamento congressuale si è proposto di dare all’attività dell’associazione per i prossimi anni. Il rinnovamento, manifestazione della nuova classe dirigente dell’associazione di categoria, sarà affiancato dall’esperienza matura di chi ha impugnato la vita dell’associazione negli anni recenti e passati. I nuovi dirigenti eletti sono espressione viva e oggettiva di quella trasformazione contenuta nello slogan congressuale: il cambiamento parte da noi. “C’è bisogno di rimettersi in discussione, di proporre nuove strategie e di rafforzare i servizi del sistema CNA alla luce di riforme che non sono ancora operative e di un apparato burocratico che purtroppo non ha sciolto ancora nessun nodo. Abbiamo capito che dobbiamo trovare modi e sistemi per mettere gli imprenditori nella condizione di dialogare di più tra loro, di dare un taglio ancor più territoriale alle nostre iniziative, di estendere una nuova cultura del fare e gestire impresa”, osserva il neo eletto presidente Gastaldi.