RIFIUTI RAEE. Ritiro "uno contro zero"

Print Friendly and PDF

Dopo il ritiro "uno contro uno", dal 22 luglio si passa a "uno contro zero". Dal 22 luglio 2016 smaltire i RAEE di piccolissime dimensioni di provenienza domestica sarà più facile. Il DM 31 maggio 2016 n. 121, nuovo regolamento attuativo del Dlgs 49/2014, detta le modalità semplificate affinché sia posto in essere il ritiro gratuito "uno contro zero" dei rifiuti di apparecchiature elettriche o elettroniche (RAEE) di piccolissime dimensioni.A differenza di quanto succedeva in passato, il ritiro "uno contro zero” è svincolato dall’acquisto del nuovo e, con l’entrata in vigore del decreto, ci si potrà disfare del piccolo elettrodomestico direttamente presso l’esercizio commerciale senza l’obbligo di procedere all’acquisto di un prodotto equivalente. Tuttavia la portata del decreto è autolimitante infatti, il ritiro gratuito "uno contro zero”:

  • è obbligatorio solo per le grandi strutture, quelle con superficie di vendita al dettaglio di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) di almeno 400 mq;
  • è circoscritto ai piccoli elettrodomestici cioè le apparecchiature con nessuna dimensione esterna superiore a 25 cm;
  • sono esclusi i RAEE professionali.

Il regolamento inoltre disciplina le caratteristiche dei contenitori per i RAEE che devono essere predisposti nei punti vendita dei distributori, gli obblighi periodici di svuotamento, le informazioni al consumatore, le caratteristiche del deposito preliminare alla raccolta e le modalità per il trasporto dei RAEE ai centri accreditati per la preparazione per il riutilizzo o ai centri di raccolta.