AMBIENTE. Per i morosi sospensione dal 31 luglio 2016

Print Friendly and PDF

Per le imprese iscritte all’albo Gestori Ambientali che entro lo scorso 30 aprile non hanno versato il contributo annuale per il 2016 scatterà la sospensione d’ufficio con efficacia dal 31 luglio 2016. E’ quanto ha indicato alle sezioni regionali il Comitato Nazionale dell’Albo con propria circolare del 1 luglio 2016, con la quale precisa che ha ritenuto necessario prevedere un'unica data di decorrenza degli effetti dei provvedimenti di sospensione in questione al fine di garantire parità di condizioni alla stessa categoria di utenza e di evitare casi di concorrenza sleale ed ha stabilito che, per l'anno 2016, le Sezioni regionali debbano adottare i provvedimenti di sospensione con decorrenza dell'efficacia 31 luglio 2016.Il supporto normativo a tale decisione è fornito dall'articolo 24 del Dm 120/2014, che al comma 4 dispone che il versamento del diritto annuale d'iscrizione debba essere effettuato entro il 30 aprile di ogni anno e, al comma 7, prevede che l'omissione del pagamento nei termini previsti comporta la sospensione d'ufficio dall'Albo, che permane fino a quando non venga data prova alla Sezione regionale dell'effettuazione del pagamento. Occorre pertanto porre attenzione a quanto di seguito riportato:la sospensione decorre dalla data in cui l’impresa riceve la notifica del provvedimento nella propria casella di posta elettronica e viene pubblicata nell’elenco degli iscritti sul sito dell’Albo Gestori Ambientali;le ditte che risultano sospese da oltre un anno senza aver regolarizzato la loro posizione in merito ai pagamenti vengono cancellate d’ufficio senza nessuna ulteriore comunicazione;durante il periodo di sospensione l’impresa non può esercitare l’attività prevista nella categoria sospesa per non incorrere nelle pesanti sanzioni amministrative e penali.