PROROGA DI SCADENZA AL 5 DICEMBRE 2016 BANDO CONTRIBUTI IMPRESE CULTURALI

Print Friendly and PDF

E' STATO PROROGATO IL TERMINE DI SCADENZA DEL BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE CULTURALI AL 5 DICEMBRE 2016. La Regione Veneto ha approvato un bando, attraverso i fondi POR FESR 2014-2020, finalizzato a rilanciare degli investimenti delle imprese culturali, creative e dello spettacolo. Sono ammesse alle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese (PMI) che esercitano un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007 primario. La Regione Veneto ha approvato un bando, attraverso i fondi POR FESR 2014-2020, finalizzato a rilanciare degli investimenti delle imprese culturali, creative e dello spettacolo.

Beneficiari
Sono ammesse alle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese (PMI) che esercitano un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007 primario e/o secondario nei seguenti settori (con le eccezioni indicate nell’Allegato C del bando)

  • 58.11.00 - Edizione di libri
  • 58.19.00 - Altre attività editoriali
  • 59.11.00 - Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi
  • 59.12.00 - Attività di post-produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi
  • 59.13.00 - Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi
  • 59.14.00 - Attività di proiezione cinematografica
  • 59.20.10 - Edizione di registrazioni sonore
  • 59.20.20 - Edizione di musica stampata
  • 59.20.30 - Studi di registrazione sonora
  • 60.10.00 - Trasmissioni radiofoniche
  • 60.20.00 - Programmazione e trasmissioni televisive
  • 90.01.01 - Attività nel campo della recitazione
  • 90.01.09 - Altre rappresentazioni artistiche
  • 90.02.01 - Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli
  • 90.02.02 - Attività nel campo della regia90.02.09 - Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche
  • 90.03.02 - Attività di conservazione e restauro di opere d'arte
  • 90.03.09 - Altre creazioni artistiche e letterarie
  • 90.04.00 - Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche
  • 91.01.00 - Attività di biblioteche ed archivi91.02.00 - Attività di musei
  • 91.03.00 - Gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili
  • 91.04.00 - Attività degli orti botanici, dei giardini zoologici e delle riserve naturali

L’impresa deve essere regolarmente iscritta come "Attiva” al Registro delle Imprese o al Repertorio Economico Amministrativo (REA) istituiti presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio, da più di 12 mesi alla data di apertura dei termini per la presentazione della domanda. Le imprese devono avere l'unità operativa o le unità operative, in cui realizza il progetto imprenditoriale in Veneto. Qualora, all’atto della presentazione della domanda, l’impresa non abbia l’unità operativa interessata dall’intervento in Veneto, l’apertura della stessa deve avvenire entro la prima domanda di pagamento degli interventi agevolati. 

Interventi e spese finanziabili
Sono ammissibili i progetti volti a introdurre innovazioni tecnologiche di prodotto o di processo, ad ammodernare le attrezzature tecnologiche e gli impianti e ad accompagnare i processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale anche attraverso lo sviluppo di business digitali.Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di beni tangibili, di beni intangibili e per il sostegno all’accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale rientranti nelle seguenti voci:

  • acquisto di hardware comprensivo del software di base, strumentazione tecnica e attrezzature tecnologiche nuovi di fabbrica funzionali alla realizzazione del progetto proposto;
  • opere edili/murarie, ricadenti negli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, e di impiantistica;
  • programmi informatici, anche per la digitalizzazione e messa in rete del patrimonio culturale;
  • consulenze specialistiche relativamente a: servizi a supporto di logistica, marketing, contrattualistica, gestione interna ed esterna, gestione degli acquisti e dei rapporti con i fornitori da parte dell’impresa; servizi a supporto della creazione di programmi culturali volti all’audience development, alle iniziative di tutela e promozione del patrimonio culturale tangibile e intangibile, alla sensibilizzazione del pubblico sull’importanza dell’arte e della diversità delle espressioni culturali; servizi di consulenza tecnologica, manageriale e strategica mirati a specifici progetti unitari di sviluppo aziendale che prevedono la figura del Temporary Manager e/o del Manager di rete.

Il progetto ammesso all'agevolazione deve essere concluso e operativo entro il 30 novembre 2017

Misura di intervento
L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto pari al 70% dell’ammontare delle spese ammissibili ed è concessa nel limite massimo di euro 200.000.Non sono ammesse le domande di partecipazione i cui progetti comportano spese ritenute ammissibili per un importo inferiore a euro 15.000. 

Scadenza
Le agevolazioni sono concesse sulla base di procedura valutativa con procedimento a graduatoria.La domanda di sostegno può essere presentata, esclusivamente per via telematica, a partire dalle ore 10.00 di giovedì 3 novembre 2016, fino alle ore 18.00 di venerdì 2 dicembre 2016.  

Per informazioni contattare Catia Ventura 049 8062274 o Luigino Agostini 049 5953042. Mail, c.ventura@pd.cna.it / l.agostini@pd.cna.it