AUTOTRASPORTO. SANZIONI PESANTI A CHI NON SI ADEGUA

Print Friendly and PDF

Settore autotrasporto messo sotto scacco dal nuovo decreto sulla formazione tempi di guida e tachigrafo. Chi non si adegua NON SARA' PERDONATO! 
E' entrato in vigore il 12 dicembre scorso e cambierà il sistema formativo DEL SETTORE autotrasporto. 
Fino allo scorso anno le sanzioni a carico delle imprese che non avevano ottemperato all'obbligo della formazione a cui sottoporre i propri autisti, erano 'accettabili'. Infatti, possiamo dire dall'osservatorio CNA che i casi di sanzioni pesanti (si va degli 80.000 ai 120.000 € di sanzione) sono stati sporadici.  Ora non verranno più fatti sconti a nessuno.
"In estrema sintesi, osserva Walter Basso, responsabile FITA CNA Padova, il settore dell'autotrasporto viene sottoposto a una RIVOLUZIONE normativa che se non verrà rispettata, potrà produrre effetti devastanti. Le sanzioni oggi sono obbligatorie, qualora venga riscontrata l'irregolarità".
Per questo il sindacato degli autotrasportatori organizza una serie di incontri su tutto il territorio provinciale, per spiegare nei dettagli che se prima la formazione era in qualche modo concordata e "autogestita" dall'impresa, oggi è codificata e quindi va assolutamente presa alla lettera.
"Sono assoggettati al decreto -prosegue Basso- sia il trasporto merci contro terzi che conto proprio e sia il trasporto persone (autobus). 
PRIMO APPUNTAMENTO SABATO 14 GENNAIO A MONSELICE ALLE 15.00 AL CONCESSIONARIO EUROMAN DI VIA NEGRELLI 39. 
IL SEMINARIO GRATUITO E' STATO ORGANIZZATO DA FITA CNA  PADOVA E DAL CONSORZIO CORAP, DAL CENTRO ERES DI MONSELICE.