Dichiarazione dei redditi. E' NATO 730 RAPIDO

Print Friendly and PDF

Non si scappa nemmeno quest'anno all'incubo "dichiarazione dei redditi". C’è tempo fino al 23 luglio prossimo per presentare il 730, ma i nostri uffici CAF sono già al lavoro per aiutare tutti i cittadini. Oltre alla dichiarazione dei redditi, il Caf è a disposizione per molti altri servizi: RED/INVCIV, IMU e TASI, modello ISEE e SUCCESSIONI. Per prenotare il tuo 730 o per chiedere informazioni, basta rivolgersi alla sede CNA più vicina.

QUALCHE NOTIZIA IN PIU’ SUL 730

Anche quest’anno i lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi) possono presentare la dichiarazione con il modello 730. 
Utilizzare il modello 730 è vantaggioso, perché il contribuente ottiene il rimborso dell’imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione, a partire dal mese di luglio (per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre); se deve versare delle somme, queste vengono trattenute dalla retribuzione (a partire dal mese di luglio) o dalla pensione (a partire dal mese di agosto o settembre) direttamente nella busta paga.

Il termine ultimo per la presentazione del 730 al CAF è il 23 luglio 2018.

Possono utilizzare il modello 730 precompilato o ordinario, i contribuenti che nel 2018 sono:

  • pensionati o lavoratori dipendenti (compresi i lavoratori italiani che operano all'estero per i quali il reddito è determinato sulla base della retribuzione convenzionale definita annualmente con apposito decreto ministeriale);
  • persone che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (es. integrazioni salariali, indennità di mobilità);
  • soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
  • sacerdoti della Chiesa cattolica;
  • giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive (consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc.); 
  • persone impegnate in lavori socialmente utili;
  • lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno;
  • personale della scuola con contratto di lavoro a tempo determinato;
  • lavoratori che posseggono soltanto redditi di collaborazione coordinata e continuativa (art. 50, comma 1, lett. c-bis, del TUIR) almeno nel periodo compreso tra il mese di giugno e il mese di luglio 2018 e conoscono i dati del sostituto che dovrà effettuare il conguaglio;
  • produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (Mod. 770), IRAP e IVA.

Se entrambi i coniugi possiedono redditi dichiarabili nel 730 e almeno uno dei due può utilizzare il modello, i coniugi possono presentare il modello 730 in forma congiunta.
Non è possibile utilizzare la forma congiunta se si presenta la dichiarazione per conto di persone incapaci, compresi i minori e nel caso di decesso di uno dei coniugi avvenuto prima della presentazione della dichiarazione dei redditi.