Stop alla e-fattura per i rifornimenti ai distributori, confermata quella per i subappaltatori

Print Friendly and PDF

Slitta al primo gennaio 2019 la fattura elettronica per i soli rifornimenti presso i distributori stradali. Confermate al primo luglio 2018 la fattura elettronica per subappaltatori di comittenti con la pubblica amministrazione, la fattura elettronica per le cessioni di carburante non presso i distributori stradali e il pagamento tracciabile per il rifornimento di carburante.

E’ stato rinviato al 1° gennaio 2019 l’obbligo della fattura elettronica per la cessione di carburante per autotrazione (gasolio e benzina) presso gli impianti stradali di distribuzione (già fissato al 1° luglio 2018).

FINO al 31/12/2018 sarà ancora possibile utilizzare la “scheda carburante” cartacea, per i rifornimenti presso i distributori di carburante, ma per detrarre l’iva e dedurre il costo dal 1° luglio 2018, resta INDISPENSABILE l’utilizzo del pagamento tracciabile (carta di credito, di debito, prepagate, eccetera; NO denaro contante).
E’ quanto prevede il DL 79/2018 pubblicato nella GU di ieri 28/06/2018 ed entrato in vigore oggi 29/06/2018.
PERTANTO DAL 1° LUGLIO 2018 entra in vigore (perché non oggetto di proroga):
1) la fattura elettronica per le prestazioni di servizi rese da SUBAPPALTATORI /SUBCONTRAENTI ai loro committenti (titolari del contratto di appalto/subcontratto con la Pubblica Amministrazione).
2)la fattura elettronica per la cessione di gasolio e benzina destinato ad essere utilizzato come carburante per motori, ad eccezione delle cessioni presso gli impianti stradali di distribuzione; (questo significa che la cessione che avviene tra operatori economici, ad eccezione dell’ultimo passaggio dai distributori stradali al soggetto che acquista il carburante per autotrazione, deve essere documentato da fattura elettronica; per esemplificare: la cessione di gasolio da parte del consorzio ai propri consorziati va documentata con fattura elettronica);
3)il pagamento del carburante deve essere effettuato con modalità tracciabili.

Per ulteriori informazioni, chiamare la sede CNA di appartenenza oppure la sede provinciale 049 8062211