SOSPESO IL FERMO DELL’AUTOTRASPORTO

Print Friendly and PDF

La decisione è stata presa al termine dell’incontro con il ministro dei trasporti Danilo Toninelli e il sottosegretario Edoardo Rixi, nel corso del quale sono stati annunciati sia il reperimento di risorse aggiuntive per gli importi delle deduzioni forfettarie, sia l’impegno ad avviate a settembre una concertazione con le associazioni degli autotrasportatori per affrontare le questioni sollevate e alla base della decisione di proclamare il fermo e trovare le possibili soluzioni da attuare in tempi brevi nell’interesse della categoria e dell’economia del Paese. Cna Fita Padova auspica che dalle intenzioni si passi ai fatti perché i problemi sollevati sono pressanti sulle imprese italiane che devono fare i conti con un’agguerrita concorrenza soprattutto dall’est Europa.
"Speriamo che non siano solo promesse - osserva Walter Basso, responsabile FITA Padova. Oltre alle deduzioni forfettarie, infatti, lamentiamo l’unilaterale contingentamento austriaco al transito dei camion provenienti dall’Italia, il blocco delle revisioni presso le motorizzazioni italiane e i tagli già annunciati per il 2019 sui capitoli del rimborso delle accise e della compensazione dei pedaggi autostradali".