SPECIALE BONUS PUBBLICITÀ

Print Friendly and PDF

Chi ha acquistato o intende acquistare entro la fine dell’anno, spazi pubblicitari su giornali (anche on line), radio o tv  e ha speso (o intende spendere più dell’anno scorso), può  accedere al “bonus pubblicità” ministeriale che prevede un credito di imposta del 75% sul valore incrementale delle spese effettuate.
Il 75% del credito di imposta spetta sull'incremento di spesa degli investimenti e sino al 90% nel caso di micro e piccole e medie imprese e start-up innovative. 

INFORMATIVA

Tipologia di spesa agevolabile

Spese per l’acquisto di spazi pubblicitari / inserzioni commerciali su giornali (anche on-line) ed emittenti televisive e radiofoniche (anche digitali) sostenute nel 2018 e, per la sola pubblicità su stampa(compresa on-line) anche dal 24 giugno al 31 dicembre 2017.

Spese escluse

Spese accessorie, costi di intermediazione, altre spese diverse dall’acquisto dello spazio pubblicitario, televendite di beni e servizi, servizi di pronostici / giochi / scommesse con vincite di denaro, servizi di messaggeria vocale / chat con servizi a sovrapprezzo.

Condizioni per beneficiare dell’agevolazione

La spesa complessiva deve essere “incrementale”, cioè superiore almeno dell’1% di quella sugli stessi mezzi di informazione (stampa da una parte, radio / tv dall’altra) dell’anno precedente. ATTENZIONE: se l’anno precedente non sono state fatte spese, non si può accedere al beneficio.

Agevolazione spettante

Il credito d’imposta del 75% spetta sull’incremento di spesa, cioè sulla differenza tra la spesa di quest’anno e la spesa dell’anno precedente. Se le spese sono state effettuate su entrambi i media (giornali e radio / tv) verranno calcolati due distinti crediti d’imposta.

Utilizzo del credito di imposta e domanda di ammissione

Il credito di imposta può essere utilizzato esclusivamente in compensazione tramite il modello F24 dopo la realizzazione dell’investimento.

Per gli investimenti effettuati / da effettuare nel 2018 va presentata:

  • dal 22 settembre al 22 ottobre 2018la comunicazione per l’accesso al credito di imposta (prenotazione) con i dati degli investimenti effettuati / da effettuare;
  • dal 1 gennaio al 31 gennaio 2019 la dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati nel 2018, con gli effettivi investimenti realizzati, che non potranno essere superiori a quelli dichiarati nella “prenotazione”.

Per gli investimenti effettuati dal 24 giugno al 31 dicembre 2017 va presentata la sola dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati. La dichiarazione va presentata dal 22 settembre al 22 ottobre 2018.

Gli investimenti effettuati devono essere certificati da soggetto abilitato al rilascio del visto di conformità o da un revisore legale.

Per info: c.ventura@pd.cna.it