ORARIO DI LAVORO, VIDEOSORVEGLIANZA TRA LE OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE DELL’AUTOTRASPORTO

Print Friendly and PDF

Grazie al nuovo CCRL per le imprese dell’autotrasporto merci del Veneto, si aprono importanti OPPORTUNITÀ E VANTAGGI.  Per presentarli e ottenerli SI DEVE PASSARE DALL'ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA. 
SI PARTE DAL RICONOSCIMENTO della discontinuità dell’attività lavorativa. L’ORARIO NORMALE DI LAVORO, PASSA DALLE 39 ALLE 47 ORE SETTIMANALI (per i lavoratori inquadrati ai livelli G e H dalle 39 alle 44 ore).
SI AGGIUNGE l’ORARIO IN DEROGAossia di un limite orario settimanale (normale + straordinario) più ESTESO da 48 A 61  ORE.
Ci sarà la POSSIBILITÀ DI APPLICARE L’ORARIO PLURIMENSILE e quindi di accantonare/compensare lo straordinario nell’arco temporale di quattro mesi.
Infine, l'ACQUISIZIONE dell’autorizzazione all’installazione dei satellitari.
Il nuovo CCRL si applica alle

  • imprese ARTIGIANE venete  del settore autotrasporto c/terzi;
  • imprese NON ARTIGIANE venete del settore autotrasporto c/terzi, PURCHÉ ASSOCIATE A UNA ASSOCIAZIONE ARTIGIANA firmataria del CCRL e aderenti EBAV e Saninveneto.

Le richieste vanno indirizzate alla Commissione regionale Sprav con la presentazione, attraverso l'associazione di categoria delle istanze per ottenere i vantaggi sopra indicati. 

Info dottoressa Paola Paglia, responsabile provinciale servizio consulenza del lavoro t. 049 8062202

e-mail,  p.paglia@pd.cna.it